Intervista con Lucio Parrillo

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato del Quartiere degli Artisti, l'area del Florence Fantastic Festival dedicata agli Artisti del mondo dell'editoria e dei games, che esporranno le opere e che incontreranno i visitatori in workshop e presentazioni. Adesso è arrivato il momento di parlarvi, anzi di far parlare, il direttore creativo dell'area: Lucio Parrillo.

Giovane, (qui il suo sito ufficiale: www.lucioparrillo.com) ma già famosissimo disegnatore che vanta collaborazioni con Marvel e Magic the Gathering, copertine per Vampirella e Red Sonja, e ha collaborato in così tanti progetti che se leggete i fumetti, o amate giochi di ruolo o i videogiochi è molto probabile che vi siate già imbattuti in un suo progetto.

 

Lucio Parrillo

 

Per conoscerlo e farvelo conoscere meglio ci abbiamo scambiato quattro chiacchiere, vediamo cos'ha in serbo per noi!

 

Raccontaci un po' la tua carriera, da dove sei partito?

 

La mia passione per i fumetti è nata da bambino con Tiramolla, ma il mio disegnatore preferito era il grande Jacovitti. Poi crescendo ho imparato ad apprezzare grandi contemporanei come Castellini, Villa, Rinaldi, Serpieri, Frazetta, Vallejo e Rockwell... E i sopratutto i grandi maestri intramontabili del passato, da Caravaggio ai mostri sacri dell'800... Hayez,Ciseri,Rembrandt,Rubens,Dalì...

 

A livello formativo non ho mai avuto un vero e proprio maestro, non ho fatto una scuola di fumetto, sono un autodidatta. Studiavo questi autori notte e giorno, sul comodino prima di andare a dormire non mancavano mai un fumetto di Castellini, e un libro di Vallejo.

 

L'unica persona a seguirmi, anzi, che io seguivo, è stato mio padre, che mi ha dato le basi per quanto riguarda l'anatomia, il colore e la cultura artistica. Sono cresciuto guardandolo dipingere, i suoi paesaggi e i suoi soggetti metafisici mi hanno influenzato moltissimo.

 

Farsi un nome non è stato facile, il lavoro sono sempre andato a cercarlo con fatica, sudore, soldi buttati e porte in faccia, tante porte in faccia. Ho fatto di tutto, e non sono sempre stato un fumettista, diciamo che ho saputo arrangiarmi, tra le varie cose ho fatto tattoo all'hennè nei locali notturni, body painting, volantinaggio sui treni. Ho lavorato anche a scenografie per film e telenovelas, che detto cosi sembra una bella cosa, ma in realtà facevo l'imbianchino sulle impalcature in una finta piazza, dipingendo finti marmi su finte facciate di un finto palazzo, non proprio la vita che avevo sognato.

 

Il momento peggiore è stato a Lucca Comics, avevo circa 20 anni e un editore famoso smontò i miei lavori dopo l'ennesima volta che sottoponevo le mie tavole corrette e ricorrette...ero avvilito quasi deciso a lasciare tutto e cercare altri lavori..

 

Decisi di andarmene via dall'Italia e provare in Francia, fu un investimento costoso, ma mi ripagò. Proprio oltralpe ebbi la mia soddisfazione, quando Solei, un grosso editore in quegli anni mi fece subito lavorare, e apprezzò le tavole che erano state criticate a Lucca. Ricordo ancora le sue parole: "Sei un talento, scegli tu cosa vuoi fare, scegli tu uno sceneggiatore e un personaggio che ti piace".

 

A 23 anni poi ho preso i miei risparmi e me ne sono andato in America, e piano piano sono passato dai piccoli editori indipendenti ai grandi publishers. Da quel momento ho fatto copertine di comics, concept design, illustrazioni per videogiochi e giochi di ruolo...

 

 

 

E se volessimo fare una summa dei tuoi lavori più importanti?

 

Tra i miei dipinti più noti nel mondo GDR ci sono illustrazioni per Forgotten Realms, Eberron, Hecatomb, Magic the Gathering e Warcraft, illustrazioni per i libri di Dungeons & Dragons.

 

Nel settore comics ho collaborato alla serie di Iron Man, The Hulk, Dead Pool, Death's Head, The Siege, Thor, What if? E molte altre, covers di Red Sonja, Vampirella, Warlord of Mars, The Expendebles, Project Super Powers e Lord of the Jungle.

 

Tra le compagnie più importanti Panini Comics, Heavy Metal magazine, Soleil France, Vivendi Universal, Havas Interactive, Sierra, Konami, Fantasy Productions, Dino Entertainment, Databecker, Clementoni and SQP... e molte altre.

 

Insomma, diciamo che mi sono tenuto impegnato!

 

Il tuo ruolo al Florence Fantastic Fesival

 

Beh innanzitutto sarò presente come artista, dipingerò dal vivo, usando tela e acrilici nella performance area, farò dei tutorial sul concept design per videogiochi o fumetti, sulle basi dell'illustrazione e sulla tecnica dell'acrilico. Sto ancora definendo bene come strutturare questi "mini-corsi", ma ho già qualche idea.

 

Ci sarà poi una mostra dei miei lavori dal vivo, in cui saranno presenti tutte le tavole originali fatte negli ultimi due, tre anni e che hanno a che fare con film e videogiochi, come Red Sonja, John Carter, Vampirella, The Expandables.

 

Inoltre al momento sto coordinando insieme allo staff di Florence Fantastic Festival l'organizzazione del Quartiere degli Artisti e dell'Area Performance, selezionando insieme a loro gli artisti da invitare e da esporre nella mostra.

 

Attualmente le tue opere sono esposte in qualche mostra?

 

Le mie tavole sono esposte in questo momento a Torino, presso un grande spazio polifunzionale, a metà fra libreria e caffè letterario, chiamato SteamBoat, e gestito da Vittorio Pavesio, dove dal 7 dicembre fino al 7 gennaio è possibile trovare circa 40 disegni originali.

 

Centro della mostra è Dark Beauties, una rivisitazione dei personaggi sexy ed erotici degli anni '70, in vendita tramite Editrice Pavesio in tiratura limitata per collezionisti.

 

Dark Beauties nasce da una mia esigenza e voglia di cambiare genere, e staccarmi dai super eroi, dalle atmosfere fantasy, dai draghi e dagli elfi.

 

Sentivo forte il bisogno di disegnare qualcosa che non fosse imposto da altri o legato a progetti altrui, nella più totale libertà, personaggi scaturiti dalle mie fantasie. Disegnare personaggi già esistenti, anche se divertente, limita un po' l'estro creativo, non si è pienamente liberi di esplodere.

 

Quali progetti ti aspettano in futuro?

 

Non voglio svelare troppo, ma sto lavorando a qualcosa che dovrebbe uscire proprio nei giorni della fiera, e forse lo presenterò proprio al Florence Fantastic Festival, ma non voglio anticipare troppo! Non si sa mai.

 

Come tutti ho un sogno nel cassetto, una storia da definire, a cui lavoro nei ritagli di tempo, che potrebbe nascere sia come videogioco sia come film d'animazione, che aspetta solo qualcuno che ci investa sopra.

 

Questo è tutto, non noi non vediamo l'ora di sapere cosa ha in serbo per noi Lucio, e soprattutto di vederlo a lavoro nell'area performance, e voi?

dedicata agli Artisti del mondo dell'editoria e dei games
  1. Eventi
  2. Ospiti
  3. Workshop
eventi

Clicca QUI per il programma degli eventi ludici!

 

Clicca QUI per il programma completo!

Clicca sui calendari per i programmi giornalieri.


10 maggio11 maggio     12 maggio

 

larry

Ecco l'elenco completo dei talent ospiti del festival!

 

Ed ecco la lista degli ospiti dell'AREA GIOCO

 

 

(nella foto, Larry Elmore)   

workshop

Online il programma dell'area WORKSHOP

Al piano terra del padiglione Spadolini, in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics di Firenze, un grande palinsesto di workshop gratuiti per i nostri visitatori.

 

Clicca qui per il programma completo   spacer

dove trovarci